Co.L.Se.A.

Ristoro Ponte Morandi

Nuovo servizio CO.L.SE.A.

“Ristoro Ponte Morandi”

Co.l.se.a. avvia il servizio di gestione e presentazione delle pratiche relative al “ristoro-rimborso delle maggiori spese viaggio sostenute dagli autotrasportatori in seguito al crollo del Ponte Morandi di Genova.

 

Di cosa si tratta:

Erogazione di un indennizzo (ristoro) per le missioni di viaggio effettuate dagli Autotrasportatori da eo per la città di Genova o il Porto dal 14 agosto al 31 dicembre 2018.

Il totale delle risorse messe a disposizione dal “Decreto Ministeriale 555/2018“del 24 dicembre 2018 per il periodo sopra indicato è di 20 milioni di Euro.

La cifra del ristoro per singola missione sarà stabilita in base al numero totale delle richieste.

Indicativamente il Decreto indica un valore unitario di ristoro per ciascun viaggio pari a € 20,00 circa.

Se le domande presentate per il ristoro risulteranno inferiori ad un importo complessivo di un milione di Euro, la cifra unitaria sarà aumentata, restando sempre nel tetto massimo di 20 milioni di Euro. Viceversa sarà diminuita.

 

Soggetti beneficiari:

Avranno diritto al “ristoro” le imprese regolarmente iscritte all’Albo dell’Autotrasporto conto terzi o al Registro Elettronico Nazionale.

 

Competenza del beneficio:

15 agosto 2018. -  31 dicembre 2018 (compresi)

La legge di bilancio (art. 1 comma 1019) prevede la continuità dei benefici anche per gli anni 2019 e 2020.

 

Tipologia di trasporti ammessi al ristoro:

Sono ammesse al ristoro le missioni di viaggio cha abbiano effettivamente comportato il trasporto di merce, ivi comprese le attività di riposizionamento dei container.

A1: missioni relative a consegna e/o prelievo di merci con origine e/o destinazione il Porto di Genova, e viaggi di trasferimento merci tra i bacini portuali di Voltri-Prà e Sampierdarena (e viceversa).

A2: missioni di viaggio interne del medesimo bacino Sampierdarena e Voltri-Prà, inclusi i depositi di cornice connessi al ciclo portuale e adiacenti il Comune di Genova.

A3: missioni di viaggio urbane riguardanti il Comune di Genova.

B: missioni di viaggio effettuati nel territorio nazionale che abbiano comportato, per effetto del crollo Morandi, la forzata percorrenza di tratti autostradali eo stradali aggiuntivi.

 

Limite massimo di missioni di viaggio quotidiane per singola targa:

massimo 5 missioni di viaggio per ciascun automezzo (targa motrice)

Nel caso di missioni di viaggio “urbane” con un numero di consegne superiori a 5, alla missione di viaggio è attribuito un coefficiente moltiplicativo pari a 1,5 (quindi si stabilisce un massimo di 3 missioni di viaggio)

 

Documentazione da allegare alla domanda di ristoro:

  • documentazione di viaggio comprovante l’origine della missione e la destinazione;
  • documentazione relativa all’effettivo espletamento della missione stessa;
  • autocertificazione ai sensi del DPR 28 dicembre 2000 n. 445, che attesti la veridicità della documentazione presentata
  • per il ristoro delle spese al punto “B” va indicato il tratto stradale/autostradale aggiuntivo percorso in relazione alla missione di viaggio svolta, nonché l’idoneo attestato di transito autostradale.

 

Termini di presentazione della domanda:

La domanda di ristoro potrà essere presentata direttamente dall’impresa o da un soggetto accreditato (Co.l.se.a.)

La domanda trasmettere esclusivamente in via telematica potrà essere inoltrata dal 07 maggio 2019 fino al 31 magio 2019.

 

Inoltra le pratiche di domanda di risarcimento con CO.L.SE.A.

 

Il servizio è rivolto alle imprese aventi diritto con sede in qualsiasi località dell’intero territorio nazionale.

Co.l.se.a. si accrediterà presso l’Autorità di Sistema portuale al fine di effettuare per conto delle imprese tali operazioni.

Con successive comunicazioni, non appena L’Autorità del Sistema Portuale renderà note le procedure definitive per ottenere il ristoro, Co.l.se.a. fornirà gli elementi di dettaglio per aderire al servizio.